Legambiente Toscana, migliora aria, ma restano criticit… Presentato rapporto annuale ‘Mal’aria di citt… 2020’

La situazione della qualit… dell’aria in Toscana Š in lieve miglioramento, ma restano alcune criticit…: lo sforamento di ozono oltre il limite di legge nell’area di Lucca, della Maremma (Grosseto), di Settignano (Firenze), di Montecerboli (Pisa) e Montale (Pistoia). Il superamento del Pm10, ovvero le polveri sottili a Capannori (Lucca) e del biossido di azoto nella centralina fiorentina su viale Gramsci. Sono questi i dati che emergono dal dossier annuale sull’inquinamento atmosferico ‘Mal’aria di citt… 2020’ di Legambiente Toscana. Il presidente Fausto Ferruzza ha spiegato che la situazione in via generale Š in leggero miglioramento, leggero ma costante miglioramento. Ci sono per• delle situazioni di criticit… diffuse nella regione per quanto attiene l’inquinante ozono e poi ci sono due situazione pi— puntuali di criticit… storica acclarate, anch’esse in leggero e costante miglioramento, ma ancora critiche. Secondo Ferruzza servono tante soluzioni e integrate. Non ci dobbiamo concentrare soltanto su un settore. I tre grandi campi di intervento sono ovviamente gli stili di vita dei cittadini, attaccare la qualit… del nostro traffico veicolare che Š insostenibile e ovviamente inaugurare la stagione del ferro, il secondo Š il tema della climatizzazione domestica, perch‚ le caldaie a gasolio non sono pi— ammissibili e infine il settore produttivo, l’industria si deve qualificare anche nei quadri emissivi e anche l’agricoltura per la produzione stratosferica di metano. Per Marcello Mossa Verre, direttore generale di Arpat, le azioni intraprese in questi anni sono servite a qualcosa perch‚ c’Š un trend in miglioramento lieve, per• bisogna continuare a lavorare per ridurre le sorgenti di inquinamento. (ANSA).

Pulsante per tornare all'inizio