Covid: Anci, per Comuni toscani in arrivo altri 67mln Contributi a ristoro mancate entrate per pandemia

Per i Comuni toscani sono in arrivo altri 67 milioni di contributi a ristoro delle mancate entrate a causa del Covid, che si sommano ai 36 di luglio per un totale di 103 mln. E’ quanto comunica Anci Toscana, in una nota, dopo l’esito della conferenza Stato Città dello scorso 12 novembre. A Firenze arriveranno 32,7 mln, seguono Siena (2,5 mln), Pisa (2,2 mln), Lucca (1,1 mln), Livorno (775mila euro), Grosseto (751mila), Prato (764mila), Massa (591mila), Arezzo (539mila) e Pistoia (317mila). Dei 67 mln, la maggior parte – 43,5 mln – sono a saldo del contributo a ristoro delle minori entrate derivanti dalla mancata riscossione dell’imposta di soggiorno. Ammontano a 12,3 mln le risorse a compensazione delle minori entrate derivanti dalle esenzioni dal pagamento dell’Imu su attività di alberghi, immobili turistici, fiere, discoteche, cinema e teatri. Poco più di 6 mln sono a compensazione delle minori entrate derivanti dall’esonero dal pagamento della tassa o del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche a favore delle imprese di pubblico esercizio e 4,8 mln a compensazione delle minori entrate derivanti dall’esonero dal pagamento della tassa o del canone per l’occupazione temporanea di spazi e aree pubbliche. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio